Mister Felicità: sul set a Merano con Siani e Abatantuono

Mister Felicità: sul set a Merano con Siani e Abatantuono

Torna sul grande schermo Alessandro Siani, per la terza volta in veste di regista, con la nuova pellicola “Mister Felicità”, nelle sale dal 1 gennaio 2017, a prova di capodanno. E noi della redazione di BzUp siamo stati alla conferenza stampa di presentazione, tenutasi oggi al Hotel Terme di Merano.

Al momento è stato rivelato ben poco a livello di trama; similmente a quanto accaduto in “Benvenuti al Nord”, il protagonista Alessandro Siani veste i panni di Martino, un uomo del sud che “emigra” con la sorella Augusta, interpretata da Carla Signoris (“Ex”) al nord, in particolare nelle nostre zone altoatesine, in cerca di fortuna. Grazie ad una serie di equivoci, Martino riuscirà inconsapevolmente ad aiutare il prossimo. Poche sono invece le informazioni che abbiamo su Guglielmo (Diego Abatantuono), marito di Augusta. Nel cast anche Elenca Cucci.

conf-tren-min

Nella foto Alessandro Siani. (Cattleya / Gianni Fiorito)

Durante la conferenza stampa siamo riusciti a strappare una domanda a Siani; dopo la lenta risalita del territorio italico nei suoi film, da Santa Maria di Castellabbate in “Benvenuti al Sud” all’Alto Adige nell’ultima pellicola, passando per Milano in “Benvenuti al Nord”, ci siamo giustamente chiesti se la prossima tappa fosse qualche paese scandinavo come Helsinki.

L’attore napoletano ha simpaticamente ironizzato rispondendo che, dopo aver ottenuto quella di Santa Maria di C., il suo scopo per il futuro è quello di ottenere anche la cittadinanza onoraria di Helsinki.

ambiente-2-conf-min

Nella foto Alessandro Siani e Elena Cucci. (Cattleya / Gianni Fiorito)

Saltuari ma genialmente comici, invece, gli interventi della Signoris e di Abatantuono. Quest’ultimo, con la fedele ventola rinfrescante al seguito, ha alluso ad una grande affinità dei tre sul set, condita da una naturale fusione tra scene improvvisate e scene da copione.

Siani lo ha definito “copione vivo”, sottolineando che alcune delle scene che vedremo questo inverno sono nate in maniera goliardica, senza fare affidamento a nessuna linea guida cartacea come da rito. I tre hanno apprezzato particolarmente i paesaggi locali, dove hanno potuto dare libero sfogo alla propria vena creativa, grazie ad una realtà sicuramente più tranquilla di qualsiasi altra città italiana decisamente più caotica.

Le riprese, svoltesi tra le altre in località quali Bolzano, Bressanone e Merano, sono quasi volte al termine.

“Forte è stato il cosiddetto “lavoro di forbice” degli attori e del regista nel tagliare scene non del tutto indispensabile” ci spiega Siani “Diego e Carla hanno contruibuito agli aspetti di regia grazie alla loro esperienza”

Prima di andare, infine, abbiamo stuzzicato il comico napoletano, che tanto ha apprezzato Merano, con un detto tipico partenopeo un pochino travisato:

“Insomma Alessandro: a Merano piangi due volte, quando arrivi e quando te ne vai?”
“Mo’ nunn’ esaggeramm!”

signoris-conf-min

Nella foto Alessandro Siani, Diego Abbatantuono e Carla Signoris. (Cattleya / Gianni Fiorito)

Questo è il secondo film di Siani, in qualità di regista e attore, ad essere girato in Alto Adige. Così fu anche per il suo esordio registico assieme a Christian De Sica, quando sempre Merano fu la location de “Il principe abusivo”. Questo suo terzo lavoro, co-sceneggiato da Fabio Bonifacci (“Un boss in salotto”), è stato prodotto da Cattleya con l’immancabile sostegno del Fondo provinciale per le produzioni cinematografiche e televisive e IDM Alto Adige. Diversi professionisti altoatesini del settore hanno inoltre collaborato alle riprese: per esempio Roberta Azzalini è l’ispettrice di produzione, Romina Berni l’assistente scenografa, Haimo Endrizzi e Kristian De Martis fanno parte della squadra di elettricisti, Daigoro Vitello e Alessandro De Donno sono tra i macchinisti. Elisabeth Fulterer si è occupata del casting e segue le comparse.

 

conf-diego-ale-min

Nella foto Alessandro Siani e Diego Abbatantuono. (Cattleya / Gianni Fiorito)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.