Farsi le gambe! 7 percorsi per correre a Bolzano

Farsi le gambe! 7 percorsi per correre a Bolzano

Sentite l’aria di primavera? Con le belle giornate in arrivo cresce anche la voglia di uscire di casa e fare un po’ di sana attività sportiva.

C’è chi la corsa ce l’ha nel sangue e chi no, ma tutti siamo in grado di fare un po’ di movimento con una bella corsetta nella nostra città.

Ecco allora alcuni percorsi alla portata di tutti (alcuni più, alcuni meno) da provare o riprovare:

 

 

Anello del Talvera

Ponte Talvera – Ponte Sant’Antonio – Ponte Talvera (3,1 km)

anello talvera

Percorso classico che tutti possono fare. Si parte più o meno dalla rotonda di ponte Talvera e si corre lungo la ciclabile fino a ponte Sant’Antonio.

 

Cerchiamo di non stare proprio “in mezzo” alla ciclabile perchè in teoria ci sarebbero i ciclisti! Possiamo anche correre lungo il sentierino laterale se non vogliamo spaccarci le ginocchia con l’asfalto.

Può anche diventare un ottimo percorso ad ostacoli se si cominciano a trovare coppie di vecchietti e famiglie con bambini e passeggini, ma questo non ci fermerà…

Arrivati al ponte Sant’Antonio attraversiamolo e corriamo lungo le passeggiate dall’altro lato di nuovo fino a ponte Talvera. Ecco, magari evitiamo di farlo il primo sabato del mese perchè c’è il mercatino delle pulci.

Varianti: si possono fare più giri per allungare il percorso e si possono anche usare i 3 ponti intermedi per personalizzarlo un po’. Sulla mappa trovate le distanze tra ogni ponte.

 

Drusus Running

Ponte Roma – Ponte Talvera – Ponte Roma (2,6 km)

ponte roma - ponte di legno
Altro percorso semplice e abbastanza corto ma che può essere raddoppiato oppure aggiunto al percorso precedente per variarlo.

Si parte da ponte Roma e si segue la ciclabile al fianco di viale Trieste salendo verso il ponte giallo.

Arrivati al ponte Druso si prosegue sempre dritti sulla ciclabile o sulla passeggiata di fianco fino al ponticello prima di ponte Talvera.

Qui attraversiamo sempre facendo attenzione ai ciclisti e se volete potete anche passare sotto alla meravigliosa opera che è quel contabici…Ora potete tornare indietro verso il Museion e lì riattraversare il ponte e ripercorrere la ciclabile fino al ponte giallo.

Arrivati qui potete scegliere di scendere di nuovo dalla stessa parte dell’andata oppure proseguire dritti e percorrere la passeggiata dietro allo stadio Druso e al Lido fino al ponte Roma.

Varianti: può essere unita all’Anello del Talvera.

 

Lungo Isarco

Ponte Resia – Ponte Roma – Ponte Resia (5 km)

pote resia - ponte roma

Questo è leggermente più lungo. Si parte da ponte Resia, da ponte Roma o da ponte Palermo.

Partendo da ponte Resia non si fa altro che correre lungo la ciclabile (che è molto affollata in certe ore) fino a ponte Roma. Senza rendercene conto avremo già fatto 2 chilometri e mezzo di corsa.

Ora possiamo girarci e tornare indietro rifacendo la stessa strada. Un’alternativa è seguire la passeggiata vicino al fiume da ponte Roma a ponte Palermo e poi ritornare sulla ciclabile.

Un’altra alternativa è quella di correre lungo la passeggiata sull’altro fianco, ma si rischia di tirare sotto un bambino…

Chi parte da ponte Palermo può andare fino a ponte Roma, tornare indietro fino a ponte Resia e ritornare a ponte Palermo. La distanza è la medesima.

Varianti: può essere unita ad uno degli altri percorsi sulla stessa tratta.

 

Ponte Adige

Ponte Resia – Ponte Adige – Ponte Resia (5,2 km)

variante ponte adige

Voglia di mele? La tentazione qui sarà grande, ma attenzione, non sono vostra proprietà!

Si parte da ponte Resia e si corre in giù percorrendo la ciclabile che nella prima tratta è abbastanza stretta.

Arrivati al bivio, dove la ciclabile prosegue verso Vadena, noi giriamo dall’altra parte, oltrepassiamo i vecchietti che giocano a carte (c’è anche una fontanella al bivio) e affianchiamo il corso d’acqua (che guarda un po’ è l‘Adige) trovandoci esattamente in mezzo tra il fiume e i meleti alla nostra destra.

Teniamo il passo fino al ponte, poi giriamoci e torniamo indietro dalla stessa parte fino a ponte Resia.

Varianti: può essere aggiunto al percorso precedente.

 

Sant’Osvaldo

Ponte Sant’Antonio – Rist. Eberle – Ponte Sant’Antonio (4 km – dislivello di circa 150m)

lungo sant osvaldo

Non tutti hanno voglia di correre sempre in piano. Ecco un’alternativa per staccare un po’ dalle strade sempre dritte e allenarsi anche sul dislivello.

In realtà è un classico, noi lo facevamo alle superiori nell’ora di educazione fisica.

Partiamo da ponte Sant’Antonio e percorriamo le passeggiate di Sant’Osvaldo salendo e salendo nella prima parte, poi continuando sempre dritti fino al ristorante Eberle in fondo alla passeggiata.

Arrivati qui ci giriamo nel piazzale e torniamo indietro. Adesso è tutta discesa!

Se avete sete troverete una fontanella alla fine dei primi tornanti e una all’Eberle.

Varianti: può essere allungato aggiungendo parte del percorso lungo Talvera.

 

Guncina

via Michael Pacher – via Miramonti (4 km – dislivello di circa 200m)

guncina

Questa è una vera chicca! Le passeggiate del Guncina sono un luogo molto particolare di Bolzano e correre lungo questo percorso permette anche di rilassarsi ammirando la particolare flora che cresce lungo tutto il sentiero.

Si parte all’inizio della passeggiata in via Michael Pacher. Si corre in salita in mezzo a fichi d’india, cedri, magnolie e cipressi gustando il bel panorama del quartiere di Gries.

Continuiamo a salire fino a raggiungere, dopo circa 2km, la strada di San Genesio. Qui occorrerà fare molta attenzione, giriamo a destra e percorriamo questo breve tratto a lato della strada per poi scendere al fianco di Rio Fago e arrivare sotto la torre Druso all’inizio della strada per San Genesio.

 

BzUp Master

ponte Adige – Eberle (9,3km – dislivello di circa 150m)

bzup master

Ecco la sfida che lanciamo ai nostri lettori (corridori) unendo quasi tutti i percorsi trattati.

Partite da ponte Adige (o meglio, il ponticello che segue la ciclabile di Frangarto) e correte lungo tutta la pista ciclabile affiancando l’Isarco e poi il Talvera fino a ponte Sant’Antonio.

Qui imboccate le passeggiate di Sant’Osvaldo e salite fino all’Eberle.

Un lungo percorso solo per veri duri!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.