Saldi 2015: date, luoghi e utili consigli

Saldi 2015: date, luoghi e utili consigli

Se in tutto il resto d’Italia i”Saldi Invernali 2015″ cominceranno un determinato e definito giorno, qui in Alto Adige abbiamo deciso di essere più belli di tutti e quindi utilizzeremo il famoso “metodo a singhiozzo”! In poche parole in base al comune avremmo diverse partenze. Ma a noi (e abbiamo messo in mezzo anche i cugini trentini..) piace così, no?

I Saldi Invernali

I Saldi dal 5 gennaio 2015 al 16 febbraio 2015 riguarderanno: Bolzano, Merano, Burgraviato, Valle Isarco, Val Pusteria e la Val Venosta.

I Saldi dal 16 febbraio 2015 al 30 marzo 2015 riguarderanno: Tires, Castelrotto, Ortisei, Santa Cristina, Selva Gardena, Renon, Sesto, Marebbe, San Martino in Badia, La Valle, Badia e Corvara.

I Saldi dal 28 febbraio 2015 al 11 aprile 2015 riguarderanno: Resia, Stelvio, Maso Corto, San Valentino alla Muta.

I Saldi Estivi

Per quanto rigurda l’estate pare che tutti i comuni siano d’accordo sulla data del 4 Luglio, ma con conclusioni nuovamente a singhiozzo.

Siccome esiste la possibilità di variazioni, consultate pochi giorni prima dell’inizio dei saldi il SITO DELLE CAMERE DI COMMERCIO

saldi-inverno

Le regole per i gestori, ma che tutti dobbiamo conoscere (e fatevi rispettare insomma!!)

La legge vieta sconti o promozioni nel periodo precedente ai saldi, cioè ad esempio nel periodo di dicembre.

Accanto al prezzo in saldo è obbligatorio che sia esposto il prezzo “originale”, e il prezzo attuale con la percentuale di sconto.

I saldi non debbono riguardare tutti i prodotti ma solo la merce stagionale e “quella suscettibile di notevole deprezzamento se venduta durante una certa stagione o entro un breve periodo di tempo, in quanto fortemente legata alla moda”.

La merce in saldo deve essere segnalata e va separata da quella non in saldo.

Le carte di credito vanno accettate anche in periodo di saldi.

Su ogni prodotto esiste una garanzia di 2 anni (D.lgs. 24/2002), che va fatta valere entro 60 giorni dalla data dello scontrino.

In presenza di un difetto della merce, anche in periodo di saldi (art. 1519-quater), la merce deve poter essere cambiata: il negoziante è quindi obbligato a sostituire l’articolo difettoso anche se dichiara che i capi in saldo non si possono cambiare.

saldi-regole

Alcuni “trucchetti”

Nel periodo precedente i saldi controllare i prezzi della merce esposta per poi confrontarli con merce e prezzi durante il periodo dei saldi: la merce dovrà essere la stessa e non avanzi di magazzino ed il prezzo precedente dovrà corrispondere al prezzo prima dei saldi.

Conservate lo scontrino (magari fate una fotocopia perché sulla carta dello scontrino l’inchiostro sbiadisce subito).

In caso di falsi saldi è possibile rivolgersi ai vigili urbani o all’ufficio del commercio presso il proprio comune.

Vi consigliamo infine di visitare la pagina dedicata ai saldi della GUARDIA DI FINANZA , per trovare altri utili consigli e migliori spiegazioni dei punti sopra citati.


Immagini tratte da:

www.theblazonedpress.it
www.leitv.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *