Boulder Contest: e le dita sanguineranno?

Boulder Contest: e le dita sanguineranno?

L’arrampicata classica la conosciamo tutti almeno in modo generico, ma forse molti non conoscono il “bouldering” o “boulder”.

In arrampicata libera o artificiale ci si trova spesso a confrontarsi con passaggi particolarmente difficoltosi, come i “tetti” ad esempio, in cui l’atleta deve esporsi particolarmente su inclinazioni ostiche.

Moby_Dick_Kamouraska

Per arrampicare è necessario avere molta tecnica e forza sia nelle braccia che nelle gambe, ma anche nelle dita dato che alcune fessure o prese a cui aggrapparsi possono essere di dimensioni ridotte e richiedere una certa abilità per esssere utilizzate. Oltretutto molto spesso l’intenso utilizzo delle dita e delle mani in questa attività può anche portare a sanguinosi risultati!

Il bouldering è ottimo per allenarsi a superare questi difficili passaggi, ma poichè si basa solamente su brevi tratti (ad esempio dei massi in ambiente naturale o pareti di massimo 7-8 metri in ambiente artificiale) non ci si assicura (non si usa la corda in pratica), come invece va fatto nell’arrampicata libera.

High_Plains_Drifter_(V7)_-_Buttermilks_-_Bishop,_California

Da allenamento per l’arrampicata, il bouldering è presto diventato un’attività a se stante che raccoglie intorno a sè uno stuolo di appassionati.

Come nell’arrampicata artificiale, anche nel boulder in palestra si usano le prese colorate in cui ogni colore rappresenta un particolare percorso (di diversa difficoltà) e non si possono toccare le prese di altri colori quando se ne segue uno.

La zona boulder è immancabile nelle varie palestre artificiali, ma ci sono anche palestre adibite solo per questo sport.

ClimbingComp6

E’ questo il caso della Ropeless di Bolzano in via Copernico che darà il via domani alla seconda edizione del “Bloodyfingers Boulder Contest“, una competizione amatoriale di questo sport.

Suddiviso in 3 tappe (la prima domani 8 novembre, la seconda il 10 gennaio e la terza il 15 marzo), il contest consiste in 30 blocchi di partecipanti più 3 blocchi finali femminili e maschili.

Oltre ad esserci una classifica per ogni tappa con annessa premiazione dei primi 3 classificati per ognuna, sarà presente anche una classifica generale che sommerà i punteggi delle singole tappe e un premio speciale per il vincitore del contest nella sua totalità.

Dalle 15 alle 20 di domani ci sarà la qualificazione donne/uomini e alla fine di questa i migliori 5 disputeranno la finale su 3 blocchi.

L’iscrizione al contest costa 15 € e sarà possibile iscriversi fino alle 14.45 di domani.

Che dire quindi… se vi sentite portati perchè non provarci? E se proprio non è il vostro sport fate un salto alla Ropeless a gustarvi lo spettacolo! Le dita sanguineranno?

1796877_10205113076445475_8154651726693700077_o

 Foto prese dal Web

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.